La ricerca si è proposta di indagare e rilevare le fonti tipiche del rischio stress nel settore agricolo italiano rafforzando le pratiche con l'uso di un nuovo strumento operativo creato ad hoc. Per valutare il rischio psicosociale nell'ambiente agricolo si sono tenuti in particolare considerazione aspetti legati all'organizzazione tipica del lavoro ed alla produzione. La ricerca ha adottato una metodologia esplorativa di tipo sharing and comparing, coinvolgendo le parti sociali, i lavoratori e i datori di lavoro con l'impiego di una strategia a tecnica multipla utilizzando strumenti di indagine misti, come le interviste individuali, i focus group e i questionari. Per raccogliere i dati necessari alla definizione di un modello tipico, sono state coinvolte 7 associazioni sindacali di categoria e 231 operatori agricoli, che hanno consentito di produrre uno strumento di misurazione, denominato ASQ agricultural stress questionnaire, per la valutazione del rischio stress in agricoltura. Con l'impiego dell'ASQ è stato poi possibile produrre indicatori di gestione del rischio sotto forma di medie di scala per consentire alle aziende di confrontare le proprie condizioni di lavoro secondo un modello di benchmarking con funzioni preventive e di controllo sui livelli di benessere aziendali. Alcuni fattori oggettivi indagati come la forma giuridica dell'impresa piuttosto che la sua produzione tipica, sono risultati direttamente correlati al livello di stress percepito dai lavoratori. Tra i risultati emersi notiamo che se l'azienda agricola è una ditta individuale o piuttosto una cooperativa sociale o se è un'azienda vitivinicola piuttosto che lattiero-casearia, questo altera il giudizio dei propri operatori a livello di relazioni sociali, di autonomia e di supporto percepito per la gestione dei propri tempi di vita. Anche se la suddivisione tassonomica del modello a quattro fattori stressogeni e le sue proprietà psicometriche sono già state validate su un campione di N=129 agricoltori, per definirsi generalizzabile il modello dovrà essere cross-validato su un altro campione della popolazione.

This research aims to investigate and detect the typical antecedents of working stress within agricultural sector in Italy, and enhances practices using a new assessment tool tailor-made. To measure psychosocial risks within agricultural working environment, specific organizational and productive aspects were taken into account. The exploratory methodology adopted, such as sharing and comparing, involved trade unions, workers and employers in a multi-technique strategy using survey mixed instruments as personal interviews, focus groups and questionnaires. The collection of data to define a typical model was possible involving 7 agricultural unions and 231 farmers, that made it possible to draw up an assessment tool, named ASQ agricultural stress questionnaire, aimed to evaluation of psychosocial risks in farms. The use of ASQ have produced some indices of risk management like scale means that enabled organizations to compare their working conditions in a benchmarking system to prevene stress and to control the levels of well-being. Some objective factors like company legal form and various types of farming were directly correlated to stress level perceived by farmers. The findings show that organizations, whether they are family owned or cooperatives or whether they are dairy farms or wineries, in both cases the factor scores on ASQ scale change significantly on some constructs such as human relationships, autonomy, control over their own work and support perceived to manage their life time. Although a taxonomic split in a four factor model of stressors has been defined and its psychometric properties have already been validated on a sample with 129 farmers, it would be useful for the future to conduct a cross-validation before generalizing these results among a wider italian farming population.

La valutazione dello stress nel settore agricolo italiano

DEBELLI, ANDREA
2015-01-01

Abstract

La ricerca si è proposta di indagare e rilevare le fonti tipiche del rischio stress nel settore agricolo italiano rafforzando le pratiche con l'uso di un nuovo strumento operativo creato ad hoc. Per valutare il rischio psicosociale nell'ambiente agricolo si sono tenuti in particolare considerazione aspetti legati all'organizzazione tipica del lavoro ed alla produzione. La ricerca ha adottato una metodologia esplorativa di tipo sharing and comparing, coinvolgendo le parti sociali, i lavoratori e i datori di lavoro con l'impiego di una strategia a tecnica multipla utilizzando strumenti di indagine misti, come le interviste individuali, i focus group e i questionari. Per raccogliere i dati necessari alla definizione di un modello tipico, sono state coinvolte 7 associazioni sindacali di categoria e 231 operatori agricoli, che hanno consentito di produrre uno strumento di misurazione, denominato ASQ agricultural stress questionnaire, per la valutazione del rischio stress in agricoltura. Con l'impiego dell'ASQ è stato poi possibile produrre indicatori di gestione del rischio sotto forma di medie di scala per consentire alle aziende di confrontare le proprie condizioni di lavoro secondo un modello di benchmarking con funzioni preventive e di controllo sui livelli di benessere aziendali. Alcuni fattori oggettivi indagati come la forma giuridica dell'impresa piuttosto che la sua produzione tipica, sono risultati direttamente correlati al livello di stress percepito dai lavoratori. Tra i risultati emersi notiamo che se l'azienda agricola è una ditta individuale o piuttosto una cooperativa sociale o se è un'azienda vitivinicola piuttosto che lattiero-casearia, questo altera il giudizio dei propri operatori a livello di relazioni sociali, di autonomia e di supporto percepito per la gestione dei propri tempi di vita. Anche se la suddivisione tassonomica del modello a quattro fattori stressogeni e le sue proprietà psicometriche sono già state validate su un campione di N=129 agricoltori, per definirsi generalizzabile il modello dovrà essere cross-validato su un altro campione della popolazione.
stress lavoro-correlato; Stress agricolo; risk management; assessment tool; "Benchmarking indicators"
This research aims to investigate and detect the typical antecedents of working stress within agricultural sector in Italy, and enhances practices using a new assessment tool tailor-made. To measure psychosocial risks within agricultural working environment, specific organizational and productive aspects were taken into account. The exploratory methodology adopted, such as sharing and comparing, involved trade unions, workers and employers in a multi-technique strategy using survey mixed instruments as personal interviews, focus groups and questionnaires. The collection of data to define a typical model was possible involving 7 agricultural unions and 231 farmers, that made it possible to draw up an assessment tool, named ASQ agricultural stress questionnaire, aimed to evaluation of psychosocial risks in farms. The use of ASQ have produced some indices of risk management like scale means that enabled organizations to compare their working conditions in a benchmarking system to prevene stress and to control the levels of well-being. Some objective factors like company legal form and various types of farming were directly correlated to stress level perceived by farmers. The findings show that organizations, whether they are family owned or cooperatives or whether they are dairy farms or wineries, in both cases the factor scores on ASQ scale change significantly on some constructs such as human relationships, autonomy, control over their own work and support perceived to manage their life time. Although a taxonomic split in a four factor model of stressors has been defined and its psychometric properties have already been validated on a sample with 129 farmers, it would be useful for the future to conduct a cross-validation before generalizing these results among a wider italian farming population.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tesi_Debelli.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 662.88 kB
Formato Adobe PDF
662.88 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/906984
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact