In risposta alla crisi bancaria e dell'euro, l'Unione europea ha riformato in modo radicale il quadro istituzionale della vigilanza finanziaria. Il presente lavoro intende svolgere alcune riflessioni sulla legittimità “costituzionale”, nel senso di conformità ai Trattati Ue, di tali riforme. Più precisamente, ci occuperemo di tratteggiare e commentare alcune delle principali questioni attinenti alla legittimità, sul piano delle competenze Ue, della creazione delle suddette Autorità di vigilanza e soprattutto dei poteri loro attribuiti.

Alcune riflessioni sulla legittimità costituzionale delle Autorità europee di vigilanza

ORTINO, Matteo
2014-01-01

Abstract

In risposta alla crisi bancaria e dell'euro, l'Unione europea ha riformato in modo radicale il quadro istituzionale della vigilanza finanziaria. Il presente lavoro intende svolgere alcune riflessioni sulla legittimità “costituzionale”, nel senso di conformità ai Trattati Ue, di tali riforme. Più precisamente, ci occuperemo di tratteggiare e commentare alcune delle principali questioni attinenti alla legittimità, sul piano delle competenze Ue, della creazione delle suddette Autorità di vigilanza e soprattutto dei poteri loro attribuiti.
9788863157505
vigilanza bancaria; Autorità UE; costituzionalità
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/879184
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact