Postfazione. Un lavoro "sensato"