Un contemporaneo di Telesio: il cosentino Giovan Battista Amico e la teoria delle sfere omocentriche