Nel Proemio del "De Monarchia" Dante si propone di definire i fondamenti del potere politico, attingendo alla filosofia aristotelica e assumendo un'interpretazione autonoma rispetto a quella tomistica, per qualche verso vicina all'esegesi averroistica. Appare chiaro, in tal modo, che la fonte del potere politico si trova nella natura dell'uomo in quanto essere razionale.

Dante pensatore politico. Nota storico-filosofica sul Proemio del De Monarchia

LONGO, Mario
2013

Abstract

Nel Proemio del "De Monarchia" Dante si propone di definire i fondamenti del potere politico, attingendo alla filosofia aristotelica e assumendo un'interpretazione autonoma rispetto a quella tomistica, per qualche verso vicina all'esegesi averroistica. Appare chiaro, in tal modo, che la fonte del potere politico si trova nella natura dell'uomo in quanto essere razionale.
9788860991997
Legittimazione del potere
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/759561
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact