Molte lingue europee consentono sostantivi in ​​posizione di post - copulare senza articoli (eng. Obama is (a) president, nor. Per er (en) advokat) . Secondo molti account (i.a. Zamparelli 2005 , De Swart et al. 2007), la presenza di bare predicates (BPreds) è un fenomeno che riguarda la classe lessicale di nomi di professioni e ruoli. Più in particolare , questo fenomeno è spesso visto come il riflesso di una proprietà sintattica o semantica dei nomi raccolti in tale classe lessicale. Tuttavia, l'alternanza del significato tra predicati bare e determinate è più produttiva di quanto originariamente valutato, e più complessa. In Castella (2014), si sostiene che l'alternanza del significato tra BPreds e predicati determinati (DPreds) dipende dal fatto che i primi si riferiscono a proprietà estrinseche e i secondi a proprietà intrinseche. Si assume, in modo generale la distinzione introdotta da Lewis (1983) tra proprietà estrinseche e intrinseche: "Una proprietà P è intrinseca se e solo se l'istanza di P da parte di un individuo x è indipendente dalle caratteristiche dell'ambiente di x; altrimenti P è estrinseca." Crucialmente, i BPreds coinvolgono in modo piu prominente, nomi che fanno riferimento alle professioni (e.g. avvocato, dentista, insegnante) perché questi esprimono proprietà estrinseche più facilmente di altri nomi (e.g. uomo, donna, eroe). Intuitivamente, una persona è avvocato quando ha ottenuto un certo tipo di titolo e viene assunto per esercitare tale professione. Al contrario, tutto ciò non è necessario affinché qualcuno sia “un avvocato”, poiché i DPreds descrivono (parte de) la "vera natura" del soggetto, dunque come proprietà intrinseche al soggetto. Questa distinzione è avvalorata dal fatto che una dichiarazione del genere “Gianni è stato presidente senza mai essere un presidente” non è contraddittoria.

Many European languages allow nouns in post-copular position to occur without articles (eng. Obama is (a) president, nor. Per er (en) advokat). In many accounts (i.a. Zamparelli 2005, De Swart et al. 2007), the occurrence of bare predicates (BPreds) is a phenomenon that concerns the lexical class of nouns of professions and roles. More specifically, this phenomenon is often seen as the reflex of a syntactic or semantic property of the nouns collected in such lexical class. However, the meaning alternation between bare and determined predicates is more productive than originally assessed, and more complex. In Castella (2014), it is claimed that the meaning alternation between BPreds and determined predicates (DPreds) depends on the fact that the former refer to extrinsic properties and the latter to intrinsic properties. A general understanding of the intrinsic/extrinsic distinction, first introduced by Lewis (1983), is that “A property P is intrinsic iff the instantiation of P by an individual x is independent of the features of the environment of x; otherwise P is extrinsic.” Crucially, BPreds prominently involve nouns that refer to professions (e.g. advokat, selger, lærer) because they express extrinsic properties more easily than other nouns (e.g. mann, kvinne, helt). Intuitively, one is advokat when that person has obtained a certain type of title and is hired to practice that profession. In contrast, all of the above is not necessary for someone to be en advokat since DPreds are understood as describing (part of) the “real nature” of the subject, thus as properties that are intrinsic to the subject. This distinction is corroborated by the fact that a statement like eng. John has been president without ever being a president is not contradictory.

Bare Predicates. Between Syntax and Semantics

Castella, Marta
2014

Abstract

Molte lingue europee consentono sostantivi in ​​posizione di post - copulare senza articoli (eng. Obama is (a) president, nor. Per er (en) advokat) . Secondo molti account (i.a. Zamparelli 2005 , De Swart et al. 2007), la presenza di bare predicates (BPreds) è un fenomeno che riguarda la classe lessicale di nomi di professioni e ruoli. Più in particolare , questo fenomeno è spesso visto come il riflesso di una proprietà sintattica o semantica dei nomi raccolti in tale classe lessicale. Tuttavia, l'alternanza del significato tra predicati bare e determinate è più produttiva di quanto originariamente valutato, e più complessa. In Castella (2014), si sostiene che l'alternanza del significato tra BPreds e predicati determinati (DPreds) dipende dal fatto che i primi si riferiscono a proprietà estrinseche e i secondi a proprietà intrinseche. Si assume, in modo generale la distinzione introdotta da Lewis (1983) tra proprietà estrinseche e intrinseche: "Una proprietà P è intrinseca se e solo se l'istanza di P da parte di un individuo x è indipendente dalle caratteristiche dell'ambiente di x; altrimenti P è estrinseca." Crucialmente, i BPreds coinvolgono in modo piu prominente, nomi che fanno riferimento alle professioni (e.g. avvocato, dentista, insegnante) perché questi esprimono proprietà estrinseche più facilmente di altri nomi (e.g. uomo, donna, eroe). Intuitivamente, una persona è avvocato quando ha ottenuto un certo tipo di titolo e viene assunto per esercitare tale professione. Al contrario, tutto ciò non è necessario affinché qualcuno sia “un avvocato”, poiché i DPreds descrivono (parte de) la "vera natura" del soggetto, dunque come proprietà intrinseche al soggetto. Questa distinzione è avvalorata dal fatto che una dichiarazione del genere “Gianni è stato presidente senza mai essere un presidente” non è contraddittoria.
Syntax; lexical semantics; interface between syntax and semantics; bare nouns; Predication; Cross-linguistic variation; intrinsic properties; extrinsic properties
Many European languages allow nouns in post-copular position to occur without articles (eng. Obama is (a) president, nor. Per er (en) advokat). In many accounts (i.a. Zamparelli 2005, De Swart et al. 2007), the occurrence of bare predicates (BPreds) is a phenomenon that concerns the lexical class of nouns of professions and roles. More specifically, this phenomenon is often seen as the reflex of a syntactic or semantic property of the nouns collected in such lexical class. However, the meaning alternation between bare and determined predicates is more productive than originally assessed, and more complex. In Castella (2014), it is claimed that the meaning alternation between BPreds and determined predicates (DPreds) depends on the fact that the former refer to extrinsic properties and the latter to intrinsic properties. A general understanding of the intrinsic/extrinsic distinction, first introduced by Lewis (1983), is that “A property P is intrinsic iff the instantiation of P by an individual x is independent of the features of the environment of x; otherwise P is extrinsic.” Crucially, BPreds prominently involve nouns that refer to professions (e.g. advokat, selger, lærer) because they express extrinsic properties more easily than other nouns (e.g. mann, kvinne, helt). Intuitively, one is advokat when that person has obtained a certain type of title and is hired to practice that profession. In contrast, all of the above is not necessary for someone to be en advokat since DPreds are understood as describing (part of) the “real nature” of the subject, thus as properties that are intrinsic to the subject. This distinction is corroborated by the fact that a statement like eng. John has been president without ever being a president is not contradictory.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
CASTELLA - DOCTORAL THESIS.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 643.13 kB
Formato Adobe PDF
643.13 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/720980
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact