Introduzione: Nella depressione resistente al trattamento (DRT), le idee autolesive e suicidarie rappresentano sintomi psicopatologici allarmanti. Questi possono portare a gesti autolesivi e tentativi di suicidio e, nel 10 % dei casi, a suicidi completi. Il trattamento conseguente al comportamento suicidario non-fatale è rilevante per la prevenzione del suicidio, perché il rischio di suicidio in seguito a gesti autolesivi è notevole. Obiettivo: L'obiettivo primario dello Studio LAST è valutare se il litio è efficace nel ridurre il rischio di suicidio in soggetti con DRT e rischio di suicidio. Scopi secondari dello studio sono valutare se il litio è efficace nel migliorare la sintomatologia depressiva e valutare il profilo di tollerabilità del litio. Metodi : LAST è uno studio multicentrico che mira a includere soggetti affetti da depressione resistente al trattamento con una storia di tentativi di suicidio o di gesti autolesivi nei 12 mesi precedenti. I pazienti che soddisfano i criteri di inclusione sono stati assegnati, tramite una procedura di randomizzazione centralizzata, al litio in aggiunta al trattamento farmacologico e non farmacologico standard o al trattamento farmacologico e non farmacologico standard. Risultati: Dei 58 pazienti valutati per l'inclusione, un totale di 56 sono stati arruolati nello studio e randomizzati al trattamento. Di questi, 29 soggetti sono stati assegnati al litio (gruppo sperimentale) e 27 alla terapia standard (gruppo di controllo). Le curve di sopravvivenza hanno evidenziato che il numero di eventi (considerando solo il primo evento) che si sono verificati durante il periodo di follow-up non è significativamente diverso tra i due gruppi di trattamento (Chi2 = 0.12 , p = 0,726 ). La probabilità di sopravvivenza a 12 mesi è del 75% e 65% nel gruppo litio e nel gruppo terapia standard, rispettivamente. Conclusioni: In questo studio il trattamento con litio non è associato ad un minor rischio di suicidio e gesti autolesivi in soggetti adulti con depressione resistente al trattamento a rischio suicidario.

Background: In treatment-resistant depression (TRD), self-harm and suicide ideas represent alarming psychopathological symptoms. These may lead to self-harm and suicide attempts and, in up to 10% of cases, to completed suicides. The intervention following non-fatal suicidal behavior is relevant to suicide prevention, because the risk of suicide following deliberate self-harm is considerable. Objective: The primary aim of the LAST study is to assess whether lithium is effective in reducing the risk of suicidal behavior in subjects with TRD and suicide risk. Secondary aims of the study are to assess whether lithium is effective in improving depressive symptomatology and to evaluate the tolerability profile of lithium. Methods: LAST is a multicentre trial that aimed to include subjects affected by treatment-resistant depression with a history of attempted suicide or deliberate self-harm in the previous 12 months. Patients meeting eligibility criteria were allocated, through a centralized randomization procedure, to lithium plus usual pharmacological and non pharmacological treatment or to usual pharmacological and non pharmacological treatment. Results: Of 58 patients screened for inclusion, a total of 56 were enrolled in the study and randomly assigned to treatment. Of them, 29 subjects were allocated to lithium (experimental group) and 27 were assigned to standard therapy (control group). Survival curves highlighted that the number of events (considering first event only) occurred during the follow-up period was not significantly different between the two treatment groups (Chi2=0.12, p=0.726). The survival probability at 12 month was 75% and 65% in the lithium and standard therapy group, respectively. Conclusions: In this study lithium treatment was not associated with lower risk of completed suicide and deliberate self-harm in adults affected by treatment-resistant depression with suicide risk. Funding: LAST has been approved and financially supported by the Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), Cod: FARM77Z3BL.

LAST-RD STUDY – LITHIUM AND STANDARD THERAPY IN RESISTANT DEPRESSION. RANDOMIZED EVALUATION OF THE EFFECTIVENESS OF LITHIUM IN SUBJECTS WITH TREATMENT-RESISTANT DEPRESSION AND SUICIDE RISK. AN INDEPENDENT, PRAGMATIC, MULTICENTRE, PARALLEL-GROUP, SUPERIORITY TRIAL.

GIRLANDA, Francesca
2014

Abstract

Introduzione: Nella depressione resistente al trattamento (DRT), le idee autolesive e suicidarie rappresentano sintomi psicopatologici allarmanti. Questi possono portare a gesti autolesivi e tentativi di suicidio e, nel 10 % dei casi, a suicidi completi. Il trattamento conseguente al comportamento suicidario non-fatale è rilevante per la prevenzione del suicidio, perché il rischio di suicidio in seguito a gesti autolesivi è notevole. Obiettivo: L'obiettivo primario dello Studio LAST è valutare se il litio è efficace nel ridurre il rischio di suicidio in soggetti con DRT e rischio di suicidio. Scopi secondari dello studio sono valutare se il litio è efficace nel migliorare la sintomatologia depressiva e valutare il profilo di tollerabilità del litio. Metodi : LAST è uno studio multicentrico che mira a includere soggetti affetti da depressione resistente al trattamento con una storia di tentativi di suicidio o di gesti autolesivi nei 12 mesi precedenti. I pazienti che soddisfano i criteri di inclusione sono stati assegnati, tramite una procedura di randomizzazione centralizzata, al litio in aggiunta al trattamento farmacologico e non farmacologico standard o al trattamento farmacologico e non farmacologico standard. Risultati: Dei 58 pazienti valutati per l'inclusione, un totale di 56 sono stati arruolati nello studio e randomizzati al trattamento. Di questi, 29 soggetti sono stati assegnati al litio (gruppo sperimentale) e 27 alla terapia standard (gruppo di controllo). Le curve di sopravvivenza hanno evidenziato che il numero di eventi (considerando solo il primo evento) che si sono verificati durante il periodo di follow-up non è significativamente diverso tra i due gruppi di trattamento (Chi2 = 0.12 , p = 0,726 ). La probabilità di sopravvivenza a 12 mesi è del 75% e 65% nel gruppo litio e nel gruppo terapia standard, rispettivamente. Conclusioni: In questo studio il trattamento con litio non è associato ad un minor rischio di suicidio e gesti autolesivi in soggetti adulti con depressione resistente al trattamento a rischio suicidario.
lithium; suicide; depression
Background: In treatment-resistant depression (TRD), self-harm and suicide ideas represent alarming psychopathological symptoms. These may lead to self-harm and suicide attempts and, in up to 10% of cases, to completed suicides. The intervention following non-fatal suicidal behavior is relevant to suicide prevention, because the risk of suicide following deliberate self-harm is considerable. Objective: The primary aim of the LAST study is to assess whether lithium is effective in reducing the risk of suicidal behavior in subjects with TRD and suicide risk. Secondary aims of the study are to assess whether lithium is effective in improving depressive symptomatology and to evaluate the tolerability profile of lithium. Methods: LAST is a multicentre trial that aimed to include subjects affected by treatment-resistant depression with a history of attempted suicide or deliberate self-harm in the previous 12 months. Patients meeting eligibility criteria were allocated, through a centralized randomization procedure, to lithium plus usual pharmacological and non pharmacological treatment or to usual pharmacological and non pharmacological treatment. Results: Of 58 patients screened for inclusion, a total of 56 were enrolled in the study and randomly assigned to treatment. Of them, 29 subjects were allocated to lithium (experimental group) and 27 were assigned to standard therapy (control group). Survival curves highlighted that the number of events (considering first event only) occurred during the follow-up period was not significantly different between the two treatment groups (Chi2=0.12, p=0.726). The survival probability at 12 month was 75% and 65% in the lithium and standard therapy group, respectively. Conclusions: In this study lithium treatment was not associated with lower risk of completed suicide and deliberate self-harm in adults affected by treatment-resistant depression with suicide risk. Funding: LAST has been approved and financially supported by the Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), Cod: FARM77Z3BL.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tesi_Girlanda_commissione.pdf

non disponibili

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 749.9 kB
Formato Adobe PDF
749.9 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/707569
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact