I processi di globalizzazione e la diffusione di pratiche transnazionali nella società contemporanea hanno favorito la comunicazione internazionale in molteplici campi. Queste interazioni avvengono tramite una lingua condivisa, molto spesso l'inglese, che assume il ruolo di lingua franca (ELF). La prospettiva ELF può essere infatti applicata a contesti comunicativi internazionali, virtuali e non, in cui l'inglese costituisce la lingua di lavoro. Un contesto frequente di utilizzo dell' ELF si può identificare nei gruppi internazionali online, formatisi in relazione a hobby e interessi comuni. Ad esempio, gli appassionati di testi relativi alla cultura di massa - i fan - sono molto attivi all'interno di queste comunità virtuali, in cui stabiliscono rapporti interpersonali e si cimentano in attività creative per mezzo dell'ELF. La scrittura creativa ispirata da questi testi, o fan fiction, è particolarmente diffusa; i fan pubblicano i loro lavori online, assumendo il ruolo di 'scrittori' all’interno di queste comunità virtuali. Nonostante l'inglese costituisca la lingua primaria nei gruppi internazionali, i fan portano con loro un bagaglio socioculturale e linguistico che trova spazio nelle fan fiction: dialoghi e segmenti narrativi includono infatti spesso elementi di altre lingue, che sono stati analizzati allo scopo di determinare quali funzioni svolgano nei racconti. Le nozioni di eteroglossia linguistica e super-diversità sono applicate in relazione all'analisi qualitativa dell'uso delle risorse plurilingui degli scrittori, in un corpus di fan fiction costituito da storie ispirate da fumetti e cartoni giapponesi - manga e anime - pubblicate online da 26 scrittori la cui lingua madre è diversa dall'inglese. Un'analisi preliminare degli elementi paratestuali e dei commenti dei lettori ha evidenziato supporto e collaborazione da parte di questi ultimi, e ha sottolineato come le risorse plurilingui dei fan siano utilizzate per promuovere il rapporto interpersonale tra scrittori e lettori, indicando affiliazione o supporto a specifiche linguaculture, oltre che per esprimere identificazione con la comunità manga/anime. L'inserimento nel testo di elementi dal giapponese è particolarmente frequente e significativo, e costituisce un elemento di 'autenticità' in rapporto al testo originale. Inoltre, il giapponese e le altre lingue svolgono una serie di funzioni nelle fan fiction analizzate che si possono raggruppare in: sociali, pragmatiche e narrative. Le risorse plurilingui sembrano dunque essere utilizzate consapevolmente per scopi specifici all'interno di questi testi di narrazione creativa. Ulteriori studi su altri aspetti relativi all’ELF nel contesto del fandom potrebbero contribuire allo studio dell'ELF nel mondo digitale.

Globalization processes and the increase of transnational practices in contemporary society have promoted international dialogue in a variety of fields and settings. Such interactions occur in a shared common language, most often English. The English as a Lingua Franca (ELF) perspective may be applied to all communicative contexts where English acts as the working language of international interactions in both physical and digital environments. International, interest-based groups on the Internet are a common context of use for ELF. Aficionados of pop culture texts - fans - are very active members of such virtual communities, engaging in social and creative practices with like-minded people via ELF. Creative writing inspired by these pop culture texts – fan fiction - is especially popular, and fans publish their work online, positioning themselves as successful writers within their communities. While employing ELF as the primary language of their texts, fan writers bring their sociocultural and linguistic repertoires to their stories, interspersing narration and dialogue with non-English language elements. These were analyzed in order to determine which functions they play within the texts. The notions of linguistic heteroglossia and super-diversity are adopted in relation to the qualitative analysis of plurilingual resource exploitation in a fan fiction corpus constituted of online-published stories - inspired by Japanese comics and animation, known as manga and anime - written by 26 non-native users of English. A preliminary analysis of the paratext and of reader reviews highlights the supportive and participatory attitude of the readers in relation to non-native writers, and how plurilingual resources are employed to foster social cohesion between writers and readers, who show affiliation or solidarity to specific linguacultures as well as mark themselves as members of the manga/anime community. The insertion of Japanese elements in the text is particularly frequent and significant in the story texts as well, where it acts as an authenticity device in both dialogues and narrative segments. In addition, Japanese and other languages fulfill a number of functions in the fan fiction analyzed: social, pragmatic, and narrative. Plurilingual resources appear then to be employed deliberately and to specific purposes in these creative texts. Analysis of other aspects of ELF use in fandom may help shed light on ELF in CMC contexts.

ELF Users as Creative Writers: Plurilingual Practices in Fan Fiction

Franceschi, Valeria
2014

Abstract

I processi di globalizzazione e la diffusione di pratiche transnazionali nella società contemporanea hanno favorito la comunicazione internazionale in molteplici campi. Queste interazioni avvengono tramite una lingua condivisa, molto spesso l'inglese, che assume il ruolo di lingua franca (ELF). La prospettiva ELF può essere infatti applicata a contesti comunicativi internazionali, virtuali e non, in cui l'inglese costituisce la lingua di lavoro. Un contesto frequente di utilizzo dell' ELF si può identificare nei gruppi internazionali online, formatisi in relazione a hobby e interessi comuni. Ad esempio, gli appassionati di testi relativi alla cultura di massa - i fan - sono molto attivi all'interno di queste comunità virtuali, in cui stabiliscono rapporti interpersonali e si cimentano in attività creative per mezzo dell'ELF. La scrittura creativa ispirata da questi testi, o fan fiction, è particolarmente diffusa; i fan pubblicano i loro lavori online, assumendo il ruolo di 'scrittori' all’interno di queste comunità virtuali. Nonostante l'inglese costituisca la lingua primaria nei gruppi internazionali, i fan portano con loro un bagaglio socioculturale e linguistico che trova spazio nelle fan fiction: dialoghi e segmenti narrativi includono infatti spesso elementi di altre lingue, che sono stati analizzati allo scopo di determinare quali funzioni svolgano nei racconti. Le nozioni di eteroglossia linguistica e super-diversità sono applicate in relazione all'analisi qualitativa dell'uso delle risorse plurilingui degli scrittori, in un corpus di fan fiction costituito da storie ispirate da fumetti e cartoni giapponesi - manga e anime - pubblicate online da 26 scrittori la cui lingua madre è diversa dall'inglese. Un'analisi preliminare degli elementi paratestuali e dei commenti dei lettori ha evidenziato supporto e collaborazione da parte di questi ultimi, e ha sottolineato come le risorse plurilingui dei fan siano utilizzate per promuovere il rapporto interpersonale tra scrittori e lettori, indicando affiliazione o supporto a specifiche linguaculture, oltre che per esprimere identificazione con la comunità manga/anime. L'inserimento nel testo di elementi dal giapponese è particolarmente frequente e significativo, e costituisce un elemento di 'autenticità' in rapporto al testo originale. Inoltre, il giapponese e le altre lingue svolgono una serie di funzioni nelle fan fiction analizzate che si possono raggruppare in: sociali, pragmatiche e narrative. Le risorse plurilingui sembrano dunque essere utilizzate consapevolmente per scopi specifici all'interno di questi testi di narrazione creativa. Ulteriori studi su altri aspetti relativi all’ELF nel contesto del fandom potrebbero contribuire allo studio dell'ELF nel mondo digitale.
English as a Lingua Franca (ELF); Computer-mediated communication; code-switching; plurilingualism; fan fiction
Globalization processes and the increase of transnational practices in contemporary society have promoted international dialogue in a variety of fields and settings. Such interactions occur in a shared common language, most often English. The English as a Lingua Franca (ELF) perspective may be applied to all communicative contexts where English acts as the working language of international interactions in both physical and digital environments. International, interest-based groups on the Internet are a common context of use for ELF. Aficionados of pop culture texts - fans - are very active members of such virtual communities, engaging in social and creative practices with like-minded people via ELF. Creative writing inspired by these pop culture texts – fan fiction - is especially popular, and fans publish their work online, positioning themselves as successful writers within their communities. While employing ELF as the primary language of their texts, fan writers bring their sociocultural and linguistic repertoires to their stories, interspersing narration and dialogue with non-English language elements. These were analyzed in order to determine which functions they play within the texts. The notions of linguistic heteroglossia and super-diversity are adopted in relation to the qualitative analysis of plurilingual resource exploitation in a fan fiction corpus constituted of online-published stories - inspired by Japanese comics and animation, known as manga and anime - written by 26 non-native users of English. A preliminary analysis of the paratext and of reader reviews highlights the supportive and participatory attitude of the readers in relation to non-native writers, and how plurilingual resources are employed to foster social cohesion between writers and readers, who show affiliation or solidarity to specific linguacultures as well as mark themselves as members of the manga/anime community. The insertion of Japanese elements in the text is particularly frequent and significant in the story texts as well, where it acts as an authenticity device in both dialogues and narrative segments. In addition, Japanese and other languages fulfill a number of functions in the fan fiction analyzed: social, pragmatic, and narrative. Plurilingual resources appear then to be employed deliberately and to specific purposes in these creative texts. Analysis of other aspects of ELF use in fandom may help shed light on ELF in CMC contexts.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Franceschi_thesis.pdf

non disponibili

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 2.17 MB
Formato Adobe PDF
2.17 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/692564
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact