Donnaiuolo e femminista: Angelo de Gubernatis e il riconoscimento del ruolo intellettuale delle donne