Luoghi di confino, linee di confine. Per un'ontologia anarchica dell'umano