Il volume analizza, attraverso il contributo di numerosi studiosi di teatro, danza, musica, letteratura, la presenza del fantastico nel teatro europeo tra la metà del XVIII e la metà del XX secolo, verificandone la presenza tanto sul piano drammaturgico che su quello della rappresentazione scenica, ricercandone i debiti e i punti di contatto ma anche i caratteri distintivi rispetto al coevo fantastico letterario. Le indagini riguardano in particolare Inghilterra, Francia, Spagna, Germania, Italia.

La meraviglia e la paura. Il fantastico nel teatro europeo (1750-1950)

PASQUALICCHIO, Nicola
2013

Abstract

Il volume analizza, attraverso il contributo di numerosi studiosi di teatro, danza, musica, letteratura, la presenza del fantastico nel teatro europeo tra la metà del XVIII e la metà del XX secolo, verificandone la presenza tanto sul piano drammaturgico che su quello della rappresentazione scenica, ricercandone i debiti e i punti di contatto ma anche i caratteri distintivi rispetto al coevo fantastico letterario. Le indagini riguardano in particolare Inghilterra, Francia, Spagna, Germania, Italia.
9788878708686
fantastico nel teatro europeo; drammaturgia europea dell'Ottocento e del Novecento; vampiri e altre creature fantastiche sulla scena
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/625572
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact