Due sono gli obiettivi del presente lavoro. Da un lato si tratterá di valutare se le più recenti politiche migratorie spagnole siano in linea con le raccomandazioni di fonte sovranazionale. Dall’altro si evidenzieranno le diverse tecniche di tutela adottate in materia dal legislatore italiano e spagnolo. A tal fine ci si soffermerà dapprima sul fatto tipico del delitto di favoreggiamento dell’immigrazione irregolare, sui profili sanzionatori e le circostanze aggravanti e sulla controversa questione del bene giuridico tutelato dalla norma. Dopo alcuni brevi cenni sugli illeciti amministrativi in materia di favoreggiamento dell’immigrazione irregolare, si passerà ad analizzare l’originaria fattispecie di tratta di persone a scopo di sfruttamento sessuale. Si valuterà quindi se con la nuova fattispecie di tratta, introdotta nel codice penale con la novella del 2010, il legislatore spagnolo abbia dato attuazione agli oblighi sovranazionalie. Nella seconda parte del presente lavoro si richiameranno nello specifico le norme che rispondono ad una logica di neutralizzazione ed esclusione dell’immigrato irregolare dal contesto sociale. Ci si soffermerà in particolare sulle misure in tema di espulsione giudiziaria ed amministrativa dell’immigrato irregolare, sulle disposizioni che prevedono il divieto di reingresso nel territorio spagnolo ed il trattenimento nei centri di «internamento» per stranieri. In conclusione si formuleranno, in prospettiva comparata, alcune brevi considerazioni finali sulle scelte politico-criminali del legislatore spagnolo ed italiano in tema di immigrazione.

LE POLITICHE PENALI DELL’IMMIGRAZIONE IN SPAGNA. SPUNTI PER UNA RIFLESSIONE COMPARATA

SALVADORI, Ivan
2013

Abstract

Due sono gli obiettivi del presente lavoro. Da un lato si tratterá di valutare se le più recenti politiche migratorie spagnole siano in linea con le raccomandazioni di fonte sovranazionale. Dall’altro si evidenzieranno le diverse tecniche di tutela adottate in materia dal legislatore italiano e spagnolo. A tal fine ci si soffermerà dapprima sul fatto tipico del delitto di favoreggiamento dell’immigrazione irregolare, sui profili sanzionatori e le circostanze aggravanti e sulla controversa questione del bene giuridico tutelato dalla norma. Dopo alcuni brevi cenni sugli illeciti amministrativi in materia di favoreggiamento dell’immigrazione irregolare, si passerà ad analizzare l’originaria fattispecie di tratta di persone a scopo di sfruttamento sessuale. Si valuterà quindi se con la nuova fattispecie di tratta, introdotta nel codice penale con la novella del 2010, il legislatore spagnolo abbia dato attuazione agli oblighi sovranazionalie. Nella seconda parte del presente lavoro si richiameranno nello specifico le norme che rispondono ad una logica di neutralizzazione ed esclusione dell’immigrato irregolare dal contesto sociale. Ci si soffermerà in particolare sulle misure in tema di espulsione giudiziaria ed amministrativa dell’immigrato irregolare, sulle disposizioni che prevedono il divieto di reingresso nel territorio spagnolo ed il trattenimento nei centri di «internamento» per stranieri. In conclusione si formuleranno, in prospettiva comparata, alcune brevi considerazioni finali sulle scelte politico-criminali del legislatore spagnolo ed italiano in tema di immigrazione.
9788824322461
immigrazione illegale; dirittto penale; politiche penali dell'immigrazione; tratta di persone
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/624356
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact