«l’uomo è sempre l’uomo, ma non si può lavorare solo di martello e scalpello». Memoria e modernità nel lavoro artigiano.