In questa tesi vengono sviluppati degli strumenti e degli approfondimenti concernenti la sostenibilità delle politiche intertemporali. Lo studio si concentrerà sulla dimensione temporale che caratterizza i progetti pubblici e politiche ambientali i quali effetti saranno distribuiti in un lungo arco temporale. I risultati offriranno contributi alla teoria delle decisioni intertemporali e all'economia ambientale, e allo stesso tempo a delle tematiche più specifiche come la sostenibilità e l'analisi costi-benefici. Questa sezione fornirà una breve panoramica dei temi principali affrontati nella seguente tesi. Quando vengono approcciati i problemi decisionali di lungo termine, come per esempio la valutazione economica delle politiche dell'ambiente, si va in contro ad un'ampia discussione nel valutare l'attrattività delle diverse politiche possibili. Il centro del dibattito sulle scelte intertemporali fa riferimento alle assunzioni che riguardano le preferenze temporali e al rischio. Ciò potrebbe portare a delle legittime discordanze in merito a quale funzione di sconto (rappresentante le preferenze temporali) e quale funzione di utilità (rappresentante gli atteggiamenti al rischio) utilizzare. Mossi da queste osservazioni, nel primo capitolo svilupperemo un modello per trovare degli spazi di accordo, creando in questa maniera un metodo di comprensione che interconnette tempo e incertezza quando si confrontano diverse politiche intertemporali e a rischio. Formalizzeremo il criterio di dominanza temporale-stocastica e, per escludere gli atteggiamenti a rischio considerate estreme o patologiche, introdurremo il criterio di dominanza temporale-quasi stocastica. Utilizzando un modello di valutazione integrata, applicheremo i criteri sinora sviluppati per individuare se ci siano delle politiche ambientali preferibili alle politiche business-as-usual per una determinata classe di preferenze temporali-al rischio. L'uso di un tasso di sconto costante per la valutazione di progetti pubblici di lunghissimo periodo ha creato un forte dibattito nella letteratura economica. Considerando la difficoltà di argomentare in maniera persuasiva l'uso di una funzione di sconto data, il secondo capitolo si concentrerà sull'ottenimento delle condizioni di dominanza intertemporale per ordinare gli outcomes deterministici in una griglia unidimensionale discreta e finita, focalizzandosi su diverse classi di funzioni di sconto, soggette a varie restrizioni. Estenderemo poi i risultati esistenti sulla dominanza temporale standard, considerando delle funzioni di sconto monotone complete, e analizzeremo la possibilità di aumentare il grado di comparazione delle prospettive intertemporali concentrandoci sulla dominanza temporale di ordine infinito. I risultati verranno poi confrontati con quelli disponibili, nello spazio continuo, per la dominanza stocastica di ordine infinito e per la dominanza delle trasformate di Laplace. Nel terzo capitolo si studieranno le condizioni di dominanza intertemporale quando si confrontano dei flussi di outcomes finiti e unidimensionali, distribuiti su una griglia temporale discreta. Seguiremo l'approccio di Ekern [1981, Time dominance efficiency analysis. Journal of Finance, 36, 1023-1034] basato sul confronto unanime di valori attuali netti per le classi di fattori di sconto, rappresentanti le preferenze temporali. Al fine di superare il problema della dittatorialità del presente nelle valutazioni intertemporali, restringeremo la classe di fattori di sconto, imponendo nella valutazione corrente un limite alla riduzione del peso attribuito agli outcomes collocati in due periodi adiacenti futuri. I teoremi di dominanza temporale ristretta forniscono condizioni parametriche di dominanza che rendono esplicito il trade-off, tra presente e futuro, del policy maker, e la disponibilità di posporre il proprio giudizio miopico, non longimirante. Verrà dimostrato che queste condizioni possono essere riassunte da un unico punto di cutoff che può essere interpretato come la diminuzione massima del fattore di sconto, e che garantisce una dominanza universale per la classe di preferenze intertemporali considerata.

In this dissertation I develop insights and tools concerning a sustainable evaluation of intertemporal policies. My study concentrates on the temporal dimension characterizing public projects, environmental policies whose effects will be spread out over a long number of years. The results render contributions to fields of intertemporal decision theory and environmental economics, as well as to them more specific areas of sustainability and cost benefit analysis. This section gives a brief overview of the key issues addressed in my dissertation. When addressing long term decision making problems, like for example the economic evaluation of climate policies, there is a lot of disagreement in evaluating the desirability of alternative policies. The core of these discussions about intertemporal choices, is based on frequently contested assumptions about time and risk preferences. This could lead to legitimate disagreement about which discount function, representing the temporal preferences, and which utility function, representing risk preferences, to use. Motivated by these observations, in the first chapter of the thesis we develop a method for finding spaces for agreement, giving an interconnected access to the domains of time and uncertainty when comparing alternative intertemporal, risky policies. We first formalize the Time-Stochastic dominance criteria, and then, wanting to exclude the extreme, pathological risk preferences, we introduce the Time-Almost Stochastic criteria. Using an integrated assessment model, we apply the dominance criteria developed and ask whether there are climate policies that everyone who shares a broad class of time and risk preferences would agree are better than business-as-usual. The use of a constant discount rate for the appraisal of very long term public projects has created a strong debate in the economic literature. Considering the difficulty of arguing persuasively for one given discount function, in the second chapter we concentrate on deriving intertemporal dominance conditions for ordering finite streams of unidimensional deterministic outcomes, distributed in discrete time, focusing on different classes of discount functions, subject to various restrictions. We extend the existing, standard time dominance results by considering complete monotone discount functions, and we investigate the possibility of increasing the comparability of intertemporal prospects by concentrating on the infinite order time dominance. We parallel our results with those available, in the continuous space, for infinite stochastic dominance and Laplace transforms dominance. Finally, the third chapter of this dissertation investigates intertemporal dominance conditions for comparisons of finite unidimensional streams of outcomes in discrete time. We follow Ekern's [1981, Time dominance efficiency analysis. Journal of Finance, 36, 1023-1034] approach based on unanimous net present value comparisons for classes of discount factors representing temporal preferences. In order to overcome the problem of dictatorship of the present in intertemporal evaluations we restrict the class of discount factors, by imposing a limit on the decrease of the weight attached in the current evaluation, between the outcomes of two future adjacent periods. The restricted time dominance theorems provide parametric dominance conditions that make explicit the policy maker's trade-off between current and future periods and the willingness to postpone her myopic judgement. We show that these conditions can be summarized by a single cutoff point that can be interpreted as the maximal decrease in the discount factor, which guarantees unanimous dominance for the class of intertemporal preferences considered

Stochastic dominance analysis for the assessment of intertemporal policies

MATEI, Nicoleta Anca
2013

Abstract

In questa tesi vengono sviluppati degli strumenti e degli approfondimenti concernenti la sostenibilità delle politiche intertemporali. Lo studio si concentrerà sulla dimensione temporale che caratterizza i progetti pubblici e politiche ambientali i quali effetti saranno distribuiti in un lungo arco temporale. I risultati offriranno contributi alla teoria delle decisioni intertemporali e all'economia ambientale, e allo stesso tempo a delle tematiche più specifiche come la sostenibilità e l'analisi costi-benefici. Questa sezione fornirà una breve panoramica dei temi principali affrontati nella seguente tesi. Quando vengono approcciati i problemi decisionali di lungo termine, come per esempio la valutazione economica delle politiche dell'ambiente, si va in contro ad un'ampia discussione nel valutare l'attrattività delle diverse politiche possibili. Il centro del dibattito sulle scelte intertemporali fa riferimento alle assunzioni che riguardano le preferenze temporali e al rischio. Ciò potrebbe portare a delle legittime discordanze in merito a quale funzione di sconto (rappresentante le preferenze temporali) e quale funzione di utilità (rappresentante gli atteggiamenti al rischio) utilizzare. Mossi da queste osservazioni, nel primo capitolo svilupperemo un modello per trovare degli spazi di accordo, creando in questa maniera un metodo di comprensione che interconnette tempo e incertezza quando si confrontano diverse politiche intertemporali e a rischio. Formalizzeremo il criterio di dominanza temporale-stocastica e, per escludere gli atteggiamenti a rischio considerate estreme o patologiche, introdurremo il criterio di dominanza temporale-quasi stocastica. Utilizzando un modello di valutazione integrata, applicheremo i criteri sinora sviluppati per individuare se ci siano delle politiche ambientali preferibili alle politiche business-as-usual per una determinata classe di preferenze temporali-al rischio. L'uso di un tasso di sconto costante per la valutazione di progetti pubblici di lunghissimo periodo ha creato un forte dibattito nella letteratura economica. Considerando la difficoltà di argomentare in maniera persuasiva l'uso di una funzione di sconto data, il secondo capitolo si concentrerà sull'ottenimento delle condizioni di dominanza intertemporale per ordinare gli outcomes deterministici in una griglia unidimensionale discreta e finita, focalizzandosi su diverse classi di funzioni di sconto, soggette a varie restrizioni. Estenderemo poi i risultati esistenti sulla dominanza temporale standard, considerando delle funzioni di sconto monotone complete, e analizzeremo la possibilità di aumentare il grado di comparazione delle prospettive intertemporali concentrandoci sulla dominanza temporale di ordine infinito. I risultati verranno poi confrontati con quelli disponibili, nello spazio continuo, per la dominanza stocastica di ordine infinito e per la dominanza delle trasformate di Laplace. Nel terzo capitolo si studieranno le condizioni di dominanza intertemporale quando si confrontano dei flussi di outcomes finiti e unidimensionali, distribuiti su una griglia temporale discreta. Seguiremo l'approccio di Ekern [1981, Time dominance efficiency analysis. Journal of Finance, 36, 1023-1034] basato sul confronto unanime di valori attuali netti per le classi di fattori di sconto, rappresentanti le preferenze temporali. Al fine di superare il problema della dittatorialità del presente nelle valutazioni intertemporali, restringeremo la classe di fattori di sconto, imponendo nella valutazione corrente un limite alla riduzione del peso attribuito agli outcomes collocati in due periodi adiacenti futuri. I teoremi di dominanza temporale ristretta forniscono condizioni parametriche di dominanza che rendono esplicito il trade-off, tra presente e futuro, del policy maker, e la disponibilità di posporre il proprio giudizio miopico, non longimirante. Verrà dimostrato che queste condizioni possono essere riassunte da un unico punto di cutoff che può essere interpretato come la diminuzione massima del fattore di sconto, e che garantisce una dominanza universale per la classe di preferenze intertemporali considerata.
Almost Stochastic Dominance; Climate Change; Discounting; Integrated Assessment; Orderings; Project Appraisal; Sustainability; Stochastic Dominance; Time Dominance
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Matei Ph.D.pdf

non disponibili

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 808.1 kB
Formato Adobe PDF
808.1 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/561350
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact