La ricerca di carattere teorico ed empirico affronta le relazioni tra letteratura femminile, educazione e ricerca pedagogica. La prima parte è dedicata alla riflessione su come la pedagogia puó trovare nella letteratura scritta da donne stimoli e idee utili per il suo arricchimento e sviluppo. Le scrittrici le cui opere sono state oggetto di studio sono Virginia Woolf, Clarice Lispector e Carmen Martín Gaite. La seconda parte della ricerca, di tipo qualitativo, è dedicata all’analisi, alla narrazione e all' interrogazione di pratiche educative, formali e non formali, in cui viene utilizzata la mediazione di testi letterari femminili. Le domande guida all’attività di ricerca sono nate vincolate a una questione di fondo: se e come i testi delle scrittrici possono essere una mediazione educativa significativa ed efficace nei processi di formazione di adolescenti e donne adulte. L’intento è stato comprendere come vengono mediati i testi, da dove si metteno in gioco nella relazione educativa, quali contesti si creano, se e di quali cambiamenti sono generatori, che effetti hanno nei soggetti partecipanti e come circola (se lo fa) il sapere femminile in essi racchiuso. E ancora: quali domande pongono i testi in relazione all’educazione, al suo senso e alla sua realizzazione. La ricerca si è svolta attraverso un doppio movimento, tra un approccio fenomenologico, basato sull’avvicinamento alla comprensione dei fenomeni educativi a partire dalla prospettiva delle persone coinvolte e dei significati che attribuiscono a questi fenomeni, e un approccio etnografico. La possibilità di usare metodi diversi è praticata nella ricerca educativa quando essi hanno dei presupposti in comune: in questo caso per entrambi sono centrali la voce e l’esperienza dei soggetti coinvolti. Infatti è stato proprio il pensiero dell’esperienza il filo che ha attraversato l’attività di ricerca, sia nel leggere i testi delle scrittrici sia nell’avvicinamento ai contesti oggetto di studio.

The present theoretical and empirical research addresses the relationship between women's literature, education and pedagogical studies. The first part is devoted to a reflection on how pedagogy as a practical knowledge of education can find in the literature written by women stimuli and helpful ideas for its enrichment and development. The writers whose works have been the subject of this study are: Virginia Woolf, Clarice Lispector and Carmen Martín Gaite. The second part is a qualitative research that analyses describes and interrogates the educational practices, formal and informal, in which women’s literature is being used. The guiding questions of the research activity were born bound to a fundamental question: whether and how the texts of writers can be of a significant and effective educational role in the process of formation of adolescents and adult women. The aim was to understand how texts are mediated, where they are put into play in the educational relationship, what contexts are created, and if and where they are generators of changes, which effects they have on the participants and how it circulates (if it does) the female knowledge contained in them. And again: what questions to ask the texts in relation to education, its meaning and its implementation. The research was carried out through a double movement, between a phenomenological approach, based on the understanding of educational phenomena from the perspective of the people involved and the meanings they attach to these phenomena, and an ethnographic approach. The possibility to use different methods is practiced in the educational research when they have presuppositions in common: in this case the voice and the experience of those involved is of central importance for both methods. In fact it was the train of thought of this experience to cross the research activities, both in reading the texts of the women writers as well as in approaching the contexts under study.

La letteratura femminile come mediazione educativa e fonte di sapere pedagogico: pratiche di libertà

GIL MENDOZA, Maria Josefa
2013

Abstract

La ricerca di carattere teorico ed empirico affronta le relazioni tra letteratura femminile, educazione e ricerca pedagogica. La prima parte è dedicata alla riflessione su come la pedagogia puó trovare nella letteratura scritta da donne stimoli e idee utili per il suo arricchimento e sviluppo. Le scrittrici le cui opere sono state oggetto di studio sono Virginia Woolf, Clarice Lispector e Carmen Martín Gaite. La seconda parte della ricerca, di tipo qualitativo, è dedicata all’analisi, alla narrazione e all' interrogazione di pratiche educative, formali e non formali, in cui viene utilizzata la mediazione di testi letterari femminili. Le domande guida all’attività di ricerca sono nate vincolate a una questione di fondo: se e come i testi delle scrittrici possono essere una mediazione educativa significativa ed efficace nei processi di formazione di adolescenti e donne adulte. L’intento è stato comprendere come vengono mediati i testi, da dove si metteno in gioco nella relazione educativa, quali contesti si creano, se e di quali cambiamenti sono generatori, che effetti hanno nei soggetti partecipanti e come circola (se lo fa) il sapere femminile in essi racchiuso. E ancora: quali domande pongono i testi in relazione all’educazione, al suo senso e alla sua realizzazione. La ricerca si è svolta attraverso un doppio movimento, tra un approccio fenomenologico, basato sull’avvicinamento alla comprensione dei fenomeni educativi a partire dalla prospettiva delle persone coinvolte e dei significati che attribuiscono a questi fenomeni, e un approccio etnografico. La possibilità di usare metodi diversi è praticata nella ricerca educativa quando essi hanno dei presupposti in comune: in questo caso per entrambi sono centrali la voce e l’esperienza dei soggetti coinvolti. Infatti è stato proprio il pensiero dell’esperienza il filo che ha attraversato l’attività di ricerca, sia nel leggere i testi delle scrittrici sia nell’avvicinamento ai contesti oggetto di studio.
letteratura femminile, sapere dell'esperienza, processi di crescita
The present theoretical and empirical research addresses the relationship between women's literature, education and pedagogical studies. The first part is devoted to a reflection on how pedagogy as a practical knowledge of education can find in the literature written by women stimuli and helpful ideas for its enrichment and development. The writers whose works have been the subject of this study are: Virginia Woolf, Clarice Lispector and Carmen Martín Gaite. The second part is a qualitative research that analyses describes and interrogates the educational practices, formal and informal, in which women’s literature is being used. The guiding questions of the research activity were born bound to a fundamental question: whether and how the texts of writers can be of a significant and effective educational role in the process of formation of adolescents and adult women. The aim was to understand how texts are mediated, where they are put into play in the educational relationship, what contexts are created, and if and where they are generators of changes, which effects they have on the participants and how it circulates (if it does) the female knowledge contained in them. And again: what questions to ask the texts in relation to education, its meaning and its implementation. The research was carried out through a double movement, between a phenomenological approach, based on the understanding of educational phenomena from the perspective of the people involved and the meanings they attach to these phenomena, and an ethnographic approach. The possibility to use different methods is practiced in the educational research when they have presuppositions in common: in this case the voice and the experience of those involved is of central importance for both methods. In fact it was the train of thought of this experience to cross the research activities, both in reading the texts of the women writers as well as in approaching the contexts under study.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
testotesi.pdf

non disponibili

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 2.92 MB
Formato Adobe PDF
2.92 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/560552
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact