Nella scheda si esamina la tomba di A. Morosini (m. 1348), procuratore di San Marco e appartenente ad un illustre casato veneziano, che nel proprio testamento, dettato poco prima della morte, stabilì un lascito per la fabbrica domenicana; si propone, inoltre, l'ipotesi che il sarcofago fosse, in origine, completato da un arcosolio (che doveva impostarsi sulle due mensole ancora "in situ") e da una lunetta dipinta o musiva.

Monumento funebre di Andrea Morosini

D'AMBROSIO, Silvia
2012

Abstract

Nella scheda si esamina la tomba di A. Morosini (m. 1348), procuratore di San Marco e appartenente ad un illustre casato veneziano, che nel proprio testamento, dettato poco prima della morte, stabilì un lascito per la fabbrica domenicana; si propone, inoltre, l'ipotesi che il sarcofago fosse, in origine, completato da un arcosolio (che doveva impostarsi sulle due mensole ancora "in situ") e da una lunetta dipinta o musiva.
9788865121108
Tombe veneziane; Santi Giovanni e Paolo; Procuratori di San Marco
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/508557
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact