L’Italia è un Paese in cui la produzione di bevande alcoliche, in particolare di vino, rappresenta un settore importante del mercato (sia interno che estero) e in cui l’assunzione, definita “moderata”, di alcol costituisce un comportamento molto diffuso, socialmente accettato e ben radicato nella tradizione culturale alimentare, tanto da andare a connotare una particolare tipologia di consumo, il “consumo mediterraneo”. I più importanti organismi di tutela della salute di ambito nazionale e internazionale, sulla base di evidenze scientifiche ed epidemiologiche ormai consolidate, sono giunte a considerare il consumo di bevande alcoliche un importante fattore di rischio per malattie croniche, incidentalità stradale, domestica e lavorativa, violenza e omicidi. Sempre più nei diversi contesti istituzionali e sociali si sta prendendo atto che l’alcol è un importante fattore di rischio per la salute e che le conseguenze del consumo di bevande alcoliche hanno pesanti ripercussioni non solo in ambito sanitario, ma anche in quello sociale ed economico, con gravi conseguenze in termini di perdita di anni di vita e di lavoro, di sofferenza individuale e familiare, di disadattamento, violenza, incidenti. Questa tesi costituisce parte di un disegno di ricerca avente ad oggetto l’analisi della modificazione della rete sociale, dell’autostima e dell’autoefficacia delle persone che entrano a far parte del gruppo di auto-mutuo aiuto dei Club degli Alcolisti in Trattamento. Si tratta di una inchiesta campionaria (survey) di tipo longitudinale, nella fattispecie di studio di panel, condotta attraverso la somministrazione di un questionario da parte di intervistatori appositamente formati, per mezzo di interviste faccia-a-faccia, ad un campione (n=165) di soggetti che, nel corso di 24 mesi, hanno preso parte ad un Club nella regione Friuli Venezia Giulia.

In Italy the production of alcoholic beverages, wine in particular, represents an important sector for market (both domestic and foreign); moreover alcohol “moderate” assumption is a widespread behavior, socially accepted and deeply rooted in cultural alimentary tradition so as to connote a particular type of consumption, the Mediterranean one. The most important agencies for public health (both national and international), on the basis of scientific and epidemiological evidences, have come to regard the alcoholic consumption an important risk factor for chronic diseases, for road, domestic and occupational accidents, for violence and homicides. In the different institutional and social contexts we are taking note that alcohol is an important risk factor for health and that the consequences of alcohol consumption have serious impact not only in the health sector, but also in the social and economic ones, with serious consequences in terms of lost years of life and work, of individual and familiar suffering, of violence and accidents. This thesis is a part of a research dealing with the analysis of the modification of social network, self esteem and self efficacy in a non representative sample of participants in the self-help of Alcoholics in Treatment. It’s a longitudinal panel survey using a face-to-face questionnaire for a sample (n=165) of subjects that, in a period of 24 months, attended a Club in Friuli Venezia Giulia.

L’EFFICACIA DELL’INTERVENTO DEI CLUB DEGLI ALCOLISTI IN TRATTAMENTO SULLA RETE SOCIALE, SULL’AUTOSTIMA E SULL’AUTOEFFICACIA: UNO STUDIO DI PANEL IN FRIULI VENEZIA GIULIA

PANTALONE, Marta
2013

Abstract

L’Italia è un Paese in cui la produzione di bevande alcoliche, in particolare di vino, rappresenta un settore importante del mercato (sia interno che estero) e in cui l’assunzione, definita “moderata”, di alcol costituisce un comportamento molto diffuso, socialmente accettato e ben radicato nella tradizione culturale alimentare, tanto da andare a connotare una particolare tipologia di consumo, il “consumo mediterraneo”. I più importanti organismi di tutela della salute di ambito nazionale e internazionale, sulla base di evidenze scientifiche ed epidemiologiche ormai consolidate, sono giunte a considerare il consumo di bevande alcoliche un importante fattore di rischio per malattie croniche, incidentalità stradale, domestica e lavorativa, violenza e omicidi. Sempre più nei diversi contesti istituzionali e sociali si sta prendendo atto che l’alcol è un importante fattore di rischio per la salute e che le conseguenze del consumo di bevande alcoliche hanno pesanti ripercussioni non solo in ambito sanitario, ma anche in quello sociale ed economico, con gravi conseguenze in termini di perdita di anni di vita e di lavoro, di sofferenza individuale e familiare, di disadattamento, violenza, incidenti. Questa tesi costituisce parte di un disegno di ricerca avente ad oggetto l’analisi della modificazione della rete sociale, dell’autostima e dell’autoefficacia delle persone che entrano a far parte del gruppo di auto-mutuo aiuto dei Club degli Alcolisti in Trattamento. Si tratta di una inchiesta campionaria (survey) di tipo longitudinale, nella fattispecie di studio di panel, condotta attraverso la somministrazione di un questionario da parte di intervistatori appositamente formati, per mezzo di interviste faccia-a-faccia, ad un campione (n=165) di soggetti che, nel corso di 24 mesi, hanno preso parte ad un Club nella regione Friuli Venezia Giulia.
problemi alcolcorrelati; Club degli Alcolisti in Trattamento; autostima; autoefficacia; rete sociale; metodo ecologico-sociale
In Italy the production of alcoholic beverages, wine in particular, represents an important sector for market (both domestic and foreign); moreover alcohol “moderate” assumption is a widespread behavior, socially accepted and deeply rooted in cultural alimentary tradition so as to connote a particular type of consumption, the Mediterranean one. The most important agencies for public health (both national and international), on the basis of scientific and epidemiological evidences, have come to regard the alcoholic consumption an important risk factor for chronic diseases, for road, domestic and occupational accidents, for violence and homicides. In the different institutional and social contexts we are taking note that alcohol is an important risk factor for health and that the consequences of alcohol consumption have serious impact not only in the health sector, but also in the social and economic ones, with serious consequences in terms of lost years of life and work, of individual and familiar suffering, of violence and accidents. This thesis is a part of a research dealing with the analysis of the modification of social network, self esteem and self efficacy in a non representative sample of participants in the self-help of Alcoholics in Treatment. It’s a longitudinal panel survey using a face-to-face questionnaire for a sample (n=165) of subjects that, in a period of 24 months, attended a Club in Friuli Venezia Giulia.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tesi - M.Pantalone.pdf

non disponibili

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 2.56 MB
Formato Adobe PDF
2.56 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/501557
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact