Le cooperative sociali fondano la loro esistenza su elementi di ordine tipicamente economico-aziendale, costituendo un istituto in grado di coniugare il conseguimento del benessere sociale di soggetti disagiati con condizioni di sviluppo economico duraturo. La cooperativa sociale concepita come istituto economico-aziendale non può esimersi dal perseguire i propri fini assolvendo a condizioni di equilibrio a valere nel tempo. In altri termini, la scelta della formula cooperativa sociale non altera la logica che presiede al calcolo di convenienza circa l’opportunità di istituire e mantenere in vita l’impresa; né, d’altro canto, il soggetto di governo può sottrarsi da una gestione svolta secondo i parametri di efficacia e di efficienza. In specifico, egli provvederà a identificare e porre in essere quei sistemi di offerta considerati idonei a risolvere le situazioni di disagio e di emarginazione individuate e a garantire, al contempo, il mantenimento e il rafforzamento degli elementi sui quali si fonda l’equilibrio economico duraturo. L'allestimento di servizi potenzialmente in grado di conseguire il benessere sociale di soggetti disagiati e di generare nuovo valore ammette l’opportunità di pensare alla cooperativa stessa come a un istituto orientato a massimizzare la produzione e la distribuzione di ricchezza a favore di soggetti in stato di disagio. Da tale constatazione si evince come questa forma di gestione aziendale presupponga un diverso modo di percepire il benessere conseguibile dall’impresa, dato che in essa viene assegnato un certo valore morale, e quindi anche economico, a elementi che in altre forme di gestione aziendale assumono invece un differente grado di priorità. Ciò premesso, l’obiettivo del presente lavoro consiste nella formulazione di una strumentazione economico-finanziaria di indagine espressa in stretta aderenza ai connotati istituzionali della cooperativa sociale. Ciò in base all’idea che i caratteri di originalità dell’istituto sotto osservazione – rispetto alle altre classi di istituti aziendali, profit e non profit – influiscono profondamente sulla ricerca degli elementi sui quali si fondano i giudizi di equilibrio economico e finanziario nonché sulla predisposizione degli strumenti attraverso i quali tale apprezzamento può avere luogo.

Le cooperative sociali: caratteri originali e strumenti per l'analisi delle condizioni di equilibrio economico

LIONZO, Andrea
2000

Abstract

Le cooperative sociali fondano la loro esistenza su elementi di ordine tipicamente economico-aziendale, costituendo un istituto in grado di coniugare il conseguimento del benessere sociale di soggetti disagiati con condizioni di sviluppo economico duraturo. La cooperativa sociale concepita come istituto economico-aziendale non può esimersi dal perseguire i propri fini assolvendo a condizioni di equilibrio a valere nel tempo. In altri termini, la scelta della formula cooperativa sociale non altera la logica che presiede al calcolo di convenienza circa l’opportunità di istituire e mantenere in vita l’impresa; né, d’altro canto, il soggetto di governo può sottrarsi da una gestione svolta secondo i parametri di efficacia e di efficienza. In specifico, egli provvederà a identificare e porre in essere quei sistemi di offerta considerati idonei a risolvere le situazioni di disagio e di emarginazione individuate e a garantire, al contempo, il mantenimento e il rafforzamento degli elementi sui quali si fonda l’equilibrio economico duraturo. L'allestimento di servizi potenzialmente in grado di conseguire il benessere sociale di soggetti disagiati e di generare nuovo valore ammette l’opportunità di pensare alla cooperativa stessa come a un istituto orientato a massimizzare la produzione e la distribuzione di ricchezza a favore di soggetti in stato di disagio. Da tale constatazione si evince come questa forma di gestione aziendale presupponga un diverso modo di percepire il benessere conseguibile dall’impresa, dato che in essa viene assegnato un certo valore morale, e quindi anche economico, a elementi che in altre forme di gestione aziendale assumono invece un differente grado di priorità. Ciò premesso, l’obiettivo del presente lavoro consiste nella formulazione di una strumentazione economico-finanziaria di indagine espressa in stretta aderenza ai connotati istituzionali della cooperativa sociale. Ciò in base all’idea che i caratteri di originalità dell’istituto sotto osservazione – rispetto alle altre classi di istituti aziendali, profit e non profit – influiscono profondamente sulla ricerca degli elementi sui quali si fondano i giudizi di equilibrio economico e finanziario nonché sulla predisposizione degli strumenti attraverso i quali tale apprezzamento può avere luogo.
8823806399
cooperative sociali; aziende non profit; economicità
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/478521
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact