Carità e assistenza tra continuità e riforme