Gide au noir: parodia e intertestualità