L'Atlante linguistico cimbro e mòcheno è una raccolta di carte linguistiche dei dialetti cimbri e mò­cheni disegnate da Bruno Schweizer, massimo esponente della ricerca sulle isole linguistiche tedes­cofone, all'inizio degli anni 50 del '900. Nel suo progetto originale Schweizer intendeva fare di questa raccolta di carte un atlante linguistico da aggiungere quale supplemento alla "Zimbrische Gesamtgrammatik" (manoscritto del 1951/1952, pubblicato presso la casa editrice Steiner di Stoccarda nel 2008). A causa dell'improvvisa morto dello studioso (1958) l'atlante rimase in forma manoscritta, privo di introduzione e di commenti alle carte. Oggi l'unica copia esistente del mano­scritto fa parte del “lascito Schweizer” conservato negli archivi del centro di ricerca "Deutscher Sprachatlas" dell'Università di Marburg. La presente edizione rende l'opera accessibile al pubblico l'opera il che vuol dire:- raggruppamento delle carte scientificamente motivato;- riproduzione fedele delle carte a colori in facsimile;- commenti di fronte a tutte le carte per renderle accessibili dal punto di vista del contenuto;- raccordo (riferimenti bibliografici) con la "Zimbrische Gesamtgrammatik" e con gli altri atlanti linguistici del tedesco superiore con il fine di inserire i dialetti cimbri e mòcheni in una quadro dia­lettologico più generale;- tre indici (indici analitico dei fenomeni linguistici, indice di tutte le parole schedate sulle carte, indice originale di Schweizer) per facilitare la ricerca all'interno dell'atlante stesso;- introduzione scientifica;- edizione bilingue (tedesco e italiano).

Zimbrischer und fersentalerischer Sprachatlas/At­lante linguistico cimbro e mòcheno

RABANUS, Stefan
2012

Abstract

L'Atlante linguistico cimbro e mòcheno è una raccolta di carte linguistiche dei dialetti cimbri e mò­cheni disegnate da Bruno Schweizer, massimo esponente della ricerca sulle isole linguistiche tedes­cofone, all'inizio degli anni 50 del '900. Nel suo progetto originale Schweizer intendeva fare di questa raccolta di carte un atlante linguistico da aggiungere quale supplemento alla "Zimbrische Gesamtgrammatik" (manoscritto del 1951/1952, pubblicato presso la casa editrice Steiner di Stoccarda nel 2008). A causa dell'improvvisa morto dello studioso (1958) l'atlante rimase in forma manoscritta, privo di introduzione e di commenti alle carte. Oggi l'unica copia esistente del mano­scritto fa parte del “lascito Schweizer” conservato negli archivi del centro di ricerca "Deutscher Sprachatlas" dell'Università di Marburg. La presente edizione rende l'opera accessibile al pubblico l'opera il che vuol dire:- raggruppamento delle carte scientificamente motivato;- riproduzione fedele delle carte a colori in facsimile;- commenti di fronte a tutte le carte per renderle accessibili dal punto di vista del contenuto;- raccordo (riferimenti bibliografici) con la "Zimbrische Gesamtgrammatik" e con gli altri atlanti linguistici del tedesco superiore con il fine di inserire i dialetti cimbri e mòcheni in una quadro dia­lettologico più generale;- tre indici (indici analitico dei fenomeni linguistici, indice di tutte le parole schedate sulle carte, indice originale di Schweizer) per facilitare la ricerca all'interno dell'atlante stesso;- introduzione scientifica;- edizione bilingue (tedesco e italiano).
9788895386027
Dialetti; cimbro; mòcheno; bavarese; veneto; atlanti linguistici; storia della lingua tedesca; antico alto tedesco; medio alto tedesco; contatto linguistico
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
ZSA_ridotto.pdf

accesso aperto

Descrizione: Fulltext Atlante linguistico
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 48.31 MB
Formato Adobe PDF
48.31 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/429137
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact