Il saggio affronta i paradossi attuali dell'educazione alla luce delle categorie di potere e autorità ripensati e ridefiniti dal pensiero femminile della differenza (da Arendt alla comunità filosofica Diotima di Verona). Mostra come "il massimo dell'autorità con il minimo di potere" scoperto come principio regolativo di una politica (delle donne) distinta dalla politica del potere, possa orientare l'educare e renderlo efficace aprendo strade creative nell'attuale crisi dell'agire politico e formativo

Più del potere, l'autorità

PIUSSI, Anna Maria
2012

Abstract

Il saggio affronta i paradossi attuali dell'educazione alla luce delle categorie di potere e autorità ripensati e ridefiniti dal pensiero femminile della differenza (da Arendt alla comunità filosofica Diotima di Verona). Mostra come "il massimo dell'autorità con il minimo di potere" scoperto come principio regolativo di una politica (delle donne) distinta dalla politica del potere, possa orientare l'educare e renderlo efficace aprendo strade creative nell'attuale crisi dell'agire politico e formativo
9788861941342
educazione; formazione; potere; autorità
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/419737
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact