Il lavoro di tesi si occupa di attrici ed attori nel primo periodo di Jean-Luc Godard (1959-1965) che corrisponde alla nascita della Nouvelle Vague. Il lavoro qui proposto, oltre ad offrire un'analisi puntuale di alcune modalità attoriali partendo dal testo/film, propone anche un lavoro di ricerca e rinvenimento dei contributi critici sulla figura dell'attrice e dell'attore. Godard e la Nouvelle Vague sono segnati dalla ricerca di volti e corpi nuovi: tale scelta esprime un rifiuto verso regole prestabilite del cinema precedente. La modalità nuova di utilizzare lo strumento cinema in Godard si radicalizza in un rifiuto dell'interpretazione negli attori. Tale peculiarità caratterizzerà tutto il lavoro con e sugli attori, che si ritrova nella ricerca qui proposta. Il lavoro è suddiviso in una prima parte dedicata alle attrici ed una seconda dedicata agli attori. Ogni parte è suddivisa in tre sezioni: sguardi e volti, voci e parole, gesti e movimenti. La suddivisione in 'parti' che 'dividono' l'attore è strettamente legata alla 'poetica del frammento' di Godard, capostipite del cinema moderno proprio per l'uso frammentario e discontinuo del montaggio. La modalità di analisi, quindi, ricalca la poetica stessa del regista, che lavora contro una certa armonia del corpo e dell'immagine dell'attore.

My thesis is on actors and actresses in the first period of JLG’s work (1959-1965), which corresponds to the early stages of Nouvelle Vague. The thesis provides a textual analysys of the actors’ work and a survey of the critical contributions on the role of actors and actresses. Both Godard and Nouvelle Vague cinema are marked by the research of new faces and new bodies as a form of refusal of the rules defined by previous cinema. The new ways to approach cinematic language and deal with film are thus radicalized by the refusal of the notion of interpretation. This refusal will be a landmark in Godard’s work with his actors and actresses. The first part of my work is on actresses, the second one on actors. Each part is further divided into three sections: the first one on faces and looks, the second on voices and words, the third on gestures and movements. This division is meant to replicate the fragmentation which is typical of Godard’s cinema, both in the use of editing and in the way to tell a story. Therefore, the analysis is structured in a way that replicates Godard’s work against harmony as a a defining mark in the body and the image of the actors.

Attrice ed attore nel primo Jean-Luc Godard. 1959-1965

CAPRONI, PATRIZIA
2012

Abstract

Il lavoro di tesi si occupa di attrici ed attori nel primo periodo di Jean-Luc Godard (1959-1965) che corrisponde alla nascita della Nouvelle Vague. Il lavoro qui proposto, oltre ad offrire un'analisi puntuale di alcune modalità attoriali partendo dal testo/film, propone anche un lavoro di ricerca e rinvenimento dei contributi critici sulla figura dell'attrice e dell'attore. Godard e la Nouvelle Vague sono segnati dalla ricerca di volti e corpi nuovi: tale scelta esprime un rifiuto verso regole prestabilite del cinema precedente. La modalità nuova di utilizzare lo strumento cinema in Godard si radicalizza in un rifiuto dell'interpretazione negli attori. Tale peculiarità caratterizzerà tutto il lavoro con e sugli attori, che si ritrova nella ricerca qui proposta. Il lavoro è suddiviso in una prima parte dedicata alle attrici ed una seconda dedicata agli attori. Ogni parte è suddivisa in tre sezioni: sguardi e volti, voci e parole, gesti e movimenti. La suddivisione in 'parti' che 'dividono' l'attore è strettamente legata alla 'poetica del frammento' di Godard, capostipite del cinema moderno proprio per l'uso frammentario e discontinuo del montaggio. La modalità di analisi, quindi, ricalca la poetica stessa del regista, che lavora contro una certa armonia del corpo e dell'immagine dell'attore.
cinema; critica; attore; Godard; Nouvelle Vague
My thesis is on actors and actresses in the first period of JLG’s work (1959-1965), which corresponds to the early stages of Nouvelle Vague. The thesis provides a textual analysys of the actors’ work and a survey of the critical contributions on the role of actors and actresses. Both Godard and Nouvelle Vague cinema are marked by the research of new faces and new bodies as a form of refusal of the rules defined by previous cinema. The new ways to approach cinematic language and deal with film are thus radicalized by the refusal of the notion of interpretation. This refusal will be a landmark in Godard’s work with his actors and actresses. The first part of my work is on actresses, the second one on actors. Each part is further divided into three sections: the first one on faces and looks, the second on voices and words, the third on gestures and movements. This division is meant to replicate the fragmentation which is typical of Godard’s cinema, both in the use of editing and in the way to tell a story. Therefore, the analysis is structured in a way that replicates Godard’s work against harmony as a a defining mark in the body and the image of the actors.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
tesi file unico con immagini compresso parte seconda.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 8.16 MB
Formato Adobe PDF
8.16 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
tesi file unico con immagini compresso parte prima.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi di dottorato
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 8.39 MB
Formato Adobe PDF
8.39 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/393748
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact