Il tema delle politiche di earnings management è di estrema attualità e rilevanza, anche in ragione della continua evoluzione della disciplina che informa il processo di redazione del bilancio di esercizio. Tale evoluzione, infatti, offre al management la possibilità di ricercare nuovi ambiti che lasciano spazio all’applicazione di politiche di bilancio. In tale prospettiva, una delle principali novità introdotte negli ultimi anni, riconducibile all’adozione dei principi contabili internazionali Ias/ Ifrs, è rappresentata dalla verifica di impairment, volta ad accertare la sussistenza – o, viceversa, il deperimento – del valore contabile di talune attività patrimoniali esposte in bilancio. Nel quadro delineato, il volume si focalizza, avvalendosi anche di una indagine empirica, sul possibile impiego dell’impairment test come strumento di earnings management. In particolare, la prima parte del lavoro descrive i caratteri che concorrono a definire le politiche di earnings management e presenta una rassegna della letteratura internazionale elaborata sul tema. Successivamente, è analizzata la complessa architettura del test, evidenziando i margini di discrezionalità che lo stesso lascia a disposizione e il loro possibile impiego in via strumentale al conseguimento di obiettivi di earnings management. Infine, il volume espone i risultati di una ricerca empirica condotta su un campione di società quotate al Mercato Telematico di Milano con l’obiettivo di verificare se, in quali circostanze e a quali scopi l’impairment test delle attività materiali e/o immateriali è oggetto di manipolazione a fini di earnings management.

La verifica di impairment nella prospettiva delle politiche di earnings management. Profili teorici ed evidenze empiriche

FLORIO, Cristina
2011

Abstract

Il tema delle politiche di earnings management è di estrema attualità e rilevanza, anche in ragione della continua evoluzione della disciplina che informa il processo di redazione del bilancio di esercizio. Tale evoluzione, infatti, offre al management la possibilità di ricercare nuovi ambiti che lasciano spazio all’applicazione di politiche di bilancio. In tale prospettiva, una delle principali novità introdotte negli ultimi anni, riconducibile all’adozione dei principi contabili internazionali Ias/ Ifrs, è rappresentata dalla verifica di impairment, volta ad accertare la sussistenza – o, viceversa, il deperimento – del valore contabile di talune attività patrimoniali esposte in bilancio. Nel quadro delineato, il volume si focalizza, avvalendosi anche di una indagine empirica, sul possibile impiego dell’impairment test come strumento di earnings management. In particolare, la prima parte del lavoro descrive i caratteri che concorrono a definire le politiche di earnings management e presenta una rassegna della letteratura internazionale elaborata sul tema. Successivamente, è analizzata la complessa architettura del test, evidenziando i margini di discrezionalità che lo stesso lascia a disposizione e il loro possibile impiego in via strumentale al conseguimento di obiettivi di earnings management. Infine, il volume espone i risultati di una ricerca empirica condotta su un campione di società quotate al Mercato Telematico di Milano con l’obiettivo di verificare se, in quali circostanze e a quali scopi l’impairment test delle attività materiali e/o immateriali è oggetto di manipolazione a fini di earnings management.
9788856845549
Earnings management; impairment test; ricerca empirica; Italia; IAS 36; determinanti svalutazione attività
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
365.896_Florio.pdf

non disponibili

Licenza: Accesso ristretto
Dimensione 2.13 MB
Formato Adobe PDF
2.13 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/392084
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact