"Cavalieri erranti dell'età nostra": Il naturalista Alberto Fortis da Roncà all'Europa