Malformazioni congenite: quale ruolo per l’acido folico?