Il corpo come metafora sociale: il progressivo spostamento del confine tra artificiale e naturale