Clemente Rebora (1885-1957) nel cinquantenario della morte