Crisi e metamorfosi della 'filosofia tedesca' dopo Hegel. L'interpretazione di Johann Eduard Erdmann