In ogni epoca storica, ogni popolazione, ogni stato nazionale hanno impiegato ingenti risorse e le intelligenze migliori per promuovere il dischiudersi di tutti i talenti e veicolare principi morali, leggi e regole di vita in grado di garantire il futuro della società. A fine Ottocento interviene un radicale stravolgimento. A partire dalla psicoanalisi di Sigmund Freud, la cifra dell'educazione diviene lo spontaneismo: assecondare gli istinti, le pulsioni e i desideri (mutevoli) dell'educando. Nel nuovo millennio, in seguito alla polifonia dei messaggi e alla frammentarietà della vita, si attesta una profonda crisi di valori, di educazione e della pedagogia (intesa proprio come scienza dell’educare) che investe tutte le istituzioni esistenti, in particolare famiglia e scuola. Educabilità, educazione e pedagogia nella società complessa vuole rilanciare l'idea dell’educazione, esplicandone l’importanza e l'urgenza oggi, nella stagione dell’imperialismo dei mercati economici. L'auspicio è di innescare un circolo virtuoso che porti a scongiurare la morte della pedagogia, promuovendone invece la «guarigione» (mediante la sua conoscenza autentica), in maniera da poter iniziare a «curare» anche la società, per il tramite dell'unica medicina efficace: occorre ricominciare dall'educazione.

Educabilità, educazione e pedagogia nella società complessa.

PORTERA, Agostino;
2007-01-01

Abstract

In ogni epoca storica, ogni popolazione, ogni stato nazionale hanno impiegato ingenti risorse e le intelligenze migliori per promuovere il dischiudersi di tutti i talenti e veicolare principi morali, leggi e regole di vita in grado di garantire il futuro della società. A fine Ottocento interviene un radicale stravolgimento. A partire dalla psicoanalisi di Sigmund Freud, la cifra dell'educazione diviene lo spontaneismo: assecondare gli istinti, le pulsioni e i desideri (mutevoli) dell'educando. Nel nuovo millennio, in seguito alla polifonia dei messaggi e alla frammentarietà della vita, si attesta una profonda crisi di valori, di educazione e della pedagogia (intesa proprio come scienza dell’educare) che investe tutte le istituzioni esistenti, in particolare famiglia e scuola. Educabilità, educazione e pedagogia nella società complessa vuole rilanciare l'idea dell’educazione, esplicandone l’importanza e l'urgenza oggi, nella stagione dell’imperialismo dei mercati economici. L'auspicio è di innescare un circolo virtuoso che porti a scongiurare la morte della pedagogia, promuovendone invece la «guarigione» (mediante la sua conoscenza autentica), in maniera da poter iniziare a «curare» anche la società, per il tramite dell'unica medicina efficace: occorre ricominciare dall'educazione.
9788860081551
Educabilità; società; complessa
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/315690
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact