L'articolo verte sulle problematiche e implicazioni del bilinguismo creativo beckettiano. Una sintesi dell'abbondante letteratura critica riguardante le molteplici motivazioni (da quelle psicobiografiche a quelle, preminenti, prettamente estetiche) che presiedono all'adozione, da parte dell'autore, di una lingua altra consente di mettere in rilievo la destabilizzazione delle nozioni di autorialità e di unità dell'opera che la pratica beckettiana dell'autotraduzione e della creazione in due lingue comporta e persegue.

La lingua impedita, la strada sbagliata

GENETTI, Stefano
2007-01-01

Abstract

L'articolo verte sulle problematiche e implicazioni del bilinguismo creativo beckettiano. Una sintesi dell'abbondante letteratura critica riguardante le molteplici motivazioni (da quelle psicobiografiche a quelle, preminenti, prettamente estetiche) che presiedono all'adozione, da parte dell'autore, di una lingua altra consente di mettere in rilievo la destabilizzazione delle nozioni di autorialità e di unità dell'opera che la pratica beckettiana dell'autotraduzione e della creazione in due lingue comporta e persegue.
9788832360868
Beckett; bilinguismo; autotraduzione
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/315139
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact