Dalle biblioteche veronesi un importante carteggio: i corrispondenti di Lionello Fiumi