La bassa fecondità: free-riding demografico?