Palma il Giovane, 264. Il paradiso