Un ironico realismo: lo sguardo di Pietro Marchesi