Poe, Leopardi, Calvino: il racconto e l'infinito