Intervento del preside della facoltà di Lettere e filosofia