“Romero”. Igino Piva, memorie di un internazionalista