"Felix qui potuit": i volgarizzamenti francesi della Consolatio (III,12)