Attraverso l’ottava: sintassi e retorica nella «Gerusalemme Liberata»