La potestà, quale istituto di rilevanza costituzionale e strettamente connesso all’essere del minore, pone il problema di verificare la sua capacità ad essere analizzata attraverso l’utilizzazione delle strutture giuridiche tipiche dei rapporti patrimoniali. In questa direzione, la potestà mal sopporta schemi rigidi entro i quali trovare una soddisfacente risposta ed esige la necessità di considerare il minore quale persona in formazione e parte attiva del rapporto familiare. Da questo angolo prospettico, l’analisi dell’esercizio della potestà non può mai contrapporsi all’esigenza di rispettare lo sviluppo della personalità del minore, dovendosi porre, anzi, quale suo strumento di promozione.

La potestà dei genitori. Rapporti personali. Art. 315-319

RUSCELLO, Francesco
2006

Abstract

La potestà, quale istituto di rilevanza costituzionale e strettamente connesso all’essere del minore, pone il problema di verificare la sua capacità ad essere analizzata attraverso l’utilizzazione delle strutture giuridiche tipiche dei rapporti patrimoniali. In questa direzione, la potestà mal sopporta schemi rigidi entro i quali trovare una soddisfacente risposta ed esige la necessità di considerare il minore quale persona in formazione e parte attiva del rapporto familiare. Da questo angolo prospettico, l’analisi dell’esercizio della potestà non può mai contrapporsi all’esigenza di rispettare lo sviluppo della personalità del minore, dovendosi porre, anzi, quale suo strumento di promozione.
8814126674
Rapporti genitori-figli; Potestà dei genitori; Rapporti personali
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/241163
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact