Hegel e la "matematica dell'infinito"