Il dono della malattia e dell'esilio: il riscatto della passività