Le elezioni vescovili: il caso di Verona scaligera