Commento all'art. 5 della Convenzione di Roma sulla Disciplina applicabile alle obbligazioni contrattuali