Verso la metà del Seicento, si diffonde in Spagna la curiosa moda di scrivere novelle senza le vocali, un esercizio di ingegno prettamente accademico che anticipa lo sperimentalismo linguistico delle avanguardie del ‘900. Le novelle con lipogramma testimoniano soprattutto l’inesauribile vena ludica della letteratura, da sempre una sfida entusiasmante, che nella leggerezza riflette anche su temi scottanti per l’epoca. Codice letterario, creatività, aspettative del pubblico costituiscono le pedine di una formidabile partita a scacchi, giocata sul baratro vertiginoso dell’assenza, che insegue paradossalmente la totalità e la pienezza. Mancando un testo criticamente affidabile delle novelle proposte, si è provveduto a trascriverle dalle edizioni princeps, restituendo letture corrette e chiarendo i passi più complessi con note esplicative. Lo studio introduttivo si sofferma sul rapporto tra cornice e racconto, sui temi e sui meccanismi narrativi dei singoli autori, alcuni quasi sconosciuti (Alonso Alcalá y Herrera, Alonso Castillo y Solórzano, Manuel Lorenzo de Lizarazu y Berbinzana, Fernando Jacinto de Zurita y Haro) per poi allargare la prospettiva sulla novela corta che gode di uno straordinario successo di pubblico nel Siglo de Oro.

Virtuosismi retorici barocchi: novelle con lipogramma

GALLO, Antonella
2003

Abstract

Verso la metà del Seicento, si diffonde in Spagna la curiosa moda di scrivere novelle senza le vocali, un esercizio di ingegno prettamente accademico che anticipa lo sperimentalismo linguistico delle avanguardie del ‘900. Le novelle con lipogramma testimoniano soprattutto l’inesauribile vena ludica della letteratura, da sempre una sfida entusiasmante, che nella leggerezza riflette anche su temi scottanti per l’epoca. Codice letterario, creatività, aspettative del pubblico costituiscono le pedine di una formidabile partita a scacchi, giocata sul baratro vertiginoso dell’assenza, che insegue paradossalmente la totalità e la pienezza. Mancando un testo criticamente affidabile delle novelle proposte, si è provveduto a trascriverle dalle edizioni princeps, restituendo letture corrette e chiarendo i passi più complessi con note esplicative. Lo studio introduttivo si sofferma sul rapporto tra cornice e racconto, sui temi e sui meccanismi narrativi dei singoli autori, alcuni quasi sconosciuti (Alonso Alcalá y Herrera, Alonso Castillo y Solórzano, Manuel Lorenzo de Lizarazu y Berbinzana, Fernando Jacinto de Zurita y Haro) per poi allargare la prospettiva sulla novela corta che gode di uno straordinario successo di pubblico nel Siglo de Oro.
8881257963
novella; Accademia; gioco; lipogramma
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/18069
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact