I suoli costituiscono la più grande riserva terrestre di carbonio (C) organico (~ 1.500 Pg C fino a 1 m di profondità; 2.400 Pg C fino a 2 m di profondità)1. Tale pool di C è tre volte quello attualmente presente nell’atmosfera come anidride carbonica (CO2; ~ 830 Pg C) e 240 volte le attuali emissioni annuali da combustibili fossili (~ 10 Pg) responsabili per l’aumento delle concentrazioni di CO2 in atmosfera. Pertanto, l’aumento netto degli stock di C nel suolo, anche di solo pochi punti percentuali, rappresenta un notevole potenziale di assorbimento della CO2 atmosferica. Le pratiche agricole volte ad aumentare gli apporti di materiali organici e/o a ridurre i tassi di decomposizione della sostanza organica del suolo (SOM) possono portare quindi ad un aumento del contenuto di C organico nel suolo e ad una rimozione netta di CO2 dall’atmosfera. In questo contesto, l’apporto di sostanza organica esogena ai suoli, con l’obiettivo di migliorarne la fertilità e chiudere il ciclo dei nutrienti, può contribuire allo stoccaggio di C nel suolo, soprattutto in suoli poveri di sostanza organica. Ciò consentirebbe di ridurre sia i processi di degrado dei suoli, sia di mitigare il cambiamento climatico. [...]

Capitolo 16. Aspetti di C sequestration

Zaccone C.
2022

Abstract

I suoli costituiscono la più grande riserva terrestre di carbonio (C) organico (~ 1.500 Pg C fino a 1 m di profondità; 2.400 Pg C fino a 2 m di profondità)1. Tale pool di C è tre volte quello attualmente presente nell’atmosfera come anidride carbonica (CO2; ~ 830 Pg C) e 240 volte le attuali emissioni annuali da combustibili fossili (~ 10 Pg) responsabili per l’aumento delle concentrazioni di CO2 in atmosfera. Pertanto, l’aumento netto degli stock di C nel suolo, anche di solo pochi punti percentuali, rappresenta un notevole potenziale di assorbimento della CO2 atmosferica. Le pratiche agricole volte ad aumentare gli apporti di materiali organici e/o a ridurre i tassi di decomposizione della sostanza organica del suolo (SOM) possono portare quindi ad un aumento del contenuto di C organico nel suolo e ad una rimozione netta di CO2 dall’atmosfera. In questo contesto, l’apporto di sostanza organica esogena ai suoli, con l’obiettivo di migliorarne la fertilità e chiudere il ciclo dei nutrienti, può contribuire allo stoccaggio di C nel suolo, soprattutto in suoli poveri di sostanza organica. Ciò consentirebbe di ridurre sia i processi di degrado dei suoli, sia di mitigare il cambiamento climatico. [...]
9788855535649
Suolo, sequestro, carbonio, ammendante
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/1075607
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact