Sin dai primi anni del Novecento, nelle sale cinematografiche sono proiettati film “dal vero” che mostrano soldati impegnati in azioni di combattimento. In realtà – a causa dei rischi del teatro di guerra e dei divieti militari – sovente si tratta di messinscena ricreate ex post. Accanto a questa produzione ibrida, si sviluppano numerosi soggetti finzionali legati al conflitto in atto, ossia i film patriottici. Nel caso peculiare si tenta di mettere in rilievo un piccolo film di finzione, legato alla tradizione storico-monumentale del nostro cinema, prodotto in una fase drammatica della Grande guerra italiana, quella del dopo Caporetto. La pellicola del 1918, intitolata "La leggenda di Santa Barbara", vede protagonista una delle dive più celebri al mondo, Lyda Borelli. La produzione è parte di un programma più ampio di revisione critica, riforma ideologica ed estetica del cinema di propaganda bellica, sostenuta dal Governo italiano e amplificata da riviste di settore.

Diva Barbara. Lyda Borelli, il cinema e la propaganda bellica dopo Caporetto

Lotti, Denis
2016-01-01

Abstract

Sin dai primi anni del Novecento, nelle sale cinematografiche sono proiettati film “dal vero” che mostrano soldati impegnati in azioni di combattimento. In realtà – a causa dei rischi del teatro di guerra e dei divieti militari – sovente si tratta di messinscena ricreate ex post. Accanto a questa produzione ibrida, si sviluppano numerosi soggetti finzionali legati al conflitto in atto, ossia i film patriottici. Nel caso peculiare si tenta di mettere in rilievo un piccolo film di finzione, legato alla tradizione storico-monumentale del nostro cinema, prodotto in una fase drammatica della Grande guerra italiana, quella del dopo Caporetto. La pellicola del 1918, intitolata "La leggenda di Santa Barbara", vede protagonista una delle dive più celebri al mondo, Lyda Borelli. La produzione è parte di un programma più ampio di revisione critica, riforma ideologica ed estetica del cinema di propaganda bellica, sostenuta dal Governo italiano e amplificata da riviste di settore.
978-88-99559-07-6
Cinema Muto
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11562/1062980
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact