Questo volume nasce dalle conversazioni intrecciate con gli studenti del corso di laurea in Scienze della comunicazione dell’Università di Verona in quindici anni d’insegnamento. Da un lato, si indaga come il gesto dell’attore italiano di tradizione sia stato fissato e trasmesso nel secondo Novecento, non solo dagli scritti dei contemporanei, ma anche dal cinema, dalla televisione, o dai nuovi mezzi di comunicazione digitale; dall’altro, si mettono in relazione le performances d’attore con le concezioni registiche degli allestimenti che le immortalano. A tal fine sono state scelte alcune celebri drammaturgie, sia di autori italiani (Gabriele d’Annunzio, Massimo Bontempelli, Luigi Pirandello, Dario Fo, Natalia Ginzburg, Giovanni Faustini, Angelo Beolco, Goffredo Parise), che stranieri (Alexandre Dumas père, Jean-Paul Sartre, Joost van den Vondel), allestite da registi teatrali di rilievo nel panorama nostrano o europeo (Lamberto Puggelli, Herbert Wernicke, Gianfranco De Bosio, Antonio Syxty, Federico Tiezzi), e interpretate da attori e attrici che in quel frangente hanno lasciato una traccia significativa del loro specifico stile recitativo: Eleonora Duse, Vittorio Gassman, Rossella Falk, Alberto Lionello, Dario Fo e Franca Rame, Giulia Lazzarini, Marcello Lippi, Virgilio Zernitz, Ken Ponzio, Sandro Lombardi e Sabina Guzzanti. L’arco cronologico considerato inizia con la possibilità di reperire almeno una registrazione delle pièces prese in considerazione e termina alla fine del ventesimo secolo.

Attori in video nel secondo Novecento. L’arte scenica degli interpreti italiani di tradizione tra drammaturgia e regia

S. BRUNETTI
2022

Abstract

Questo volume nasce dalle conversazioni intrecciate con gli studenti del corso di laurea in Scienze della comunicazione dell’Università di Verona in quindici anni d’insegnamento. Da un lato, si indaga come il gesto dell’attore italiano di tradizione sia stato fissato e trasmesso nel secondo Novecento, non solo dagli scritti dei contemporanei, ma anche dal cinema, dalla televisione, o dai nuovi mezzi di comunicazione digitale; dall’altro, si mettono in relazione le performances d’attore con le concezioni registiche degli allestimenti che le immortalano. A tal fine sono state scelte alcune celebri drammaturgie, sia di autori italiani (Gabriele d’Annunzio, Massimo Bontempelli, Luigi Pirandello, Dario Fo, Natalia Ginzburg, Giovanni Faustini, Angelo Beolco, Goffredo Parise), che stranieri (Alexandre Dumas père, Jean-Paul Sartre, Joost van den Vondel), allestite da registi teatrali di rilievo nel panorama nostrano o europeo (Lamberto Puggelli, Herbert Wernicke, Gianfranco De Bosio, Antonio Syxty, Federico Tiezzi), e interpretate da attori e attrici che in quel frangente hanno lasciato una traccia significativa del loro specifico stile recitativo: Eleonora Duse, Vittorio Gassman, Rossella Falk, Alberto Lionello, Dario Fo e Franca Rame, Giulia Lazzarini, Marcello Lippi, Virgilio Zernitz, Ken Ponzio, Sandro Lombardi e Sabina Guzzanti. L’arco cronologico considerato inizia con la possibilità di reperire almeno una registrazione delle pièces prese in considerazione e termina alla fine del ventesimo secolo.
978-88-7470-891-8
attori italiani, Novecento, video
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1061539
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact