La domanda iniziale da cui parte questo saggio è se i discorsi pubblici su rom e sinti nell’Italia contemporanea possono essere definiti come dangerous speech. Alla luce di quanto analizzato in questo saggio possiamo concludere con una risposta affermativa. La fragilità dei rom e dei sinti in quanto soggetti razzializzati in Italia non è certo una novità, tuttavia i processi contemporanei di normalizzazione e detabuizzazione del discorso razzista a livello politico e istituzionale ancor prima che a livello mediatico e popolare aumenta di fatto il rischio concreto di violenze anche fisiche nei loro confronti. Tutto ciò rende ancora più urgente e necessario un lavoro di prevenzione dell’antiziganismo in Italia, a partire da ricerche e contributi che portino maggiori consapevolezze sul fenomeno.

Discorsi pubblici su rom e sinti in Italia: un esempio di dangerous speech?

Pontrandolfo, Stefania
;
Rizzin, Eva
2021

Abstract

La domanda iniziale da cui parte questo saggio è se i discorsi pubblici su rom e sinti nell’Italia contemporanea possono essere definiti come dangerous speech. Alla luce di quanto analizzato in questo saggio possiamo concludere con una risposta affermativa. La fragilità dei rom e dei sinti in quanto soggetti razzializzati in Italia non è certo una novità, tuttavia i processi contemporanei di normalizzazione e detabuizzazione del discorso razzista a livello politico e istituzionale ancor prima che a livello mediatico e popolare aumenta di fatto il rischio concreto di violenze anche fisiche nei loro confronti. Tutto ciò rende ancora più urgente e necessario un lavoro di prevenzione dell’antiziganismo in Italia, a partire da ricerche e contributi che portino maggiori consapevolezze sul fenomeno.
9788857576565
antiziganismo; dangerous speech; Italia contemporanea
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11562/1057675
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact